foto2_edited.jpg

Chi sono

Coach professionista in linea con la Norma UNI-11601 del 2015 / Riconosciuto da AICP / Approvato da ICF

Coach Professionista, aiuto i miei clienti a superare gli ostacoli che impediscono loro di realizzare appieno il loro potenziale. A volte ci si trova confusi, si sa dove si vuole arrivare, quale obiettivo raggiungere, ma non si sa come e se è davvero così importante.
Credo fermamente nel coaching quale strumento potente ed efficace per raggiungere quella pienezza dell’essere di cui oggigiorno si sente la mancanza. Il senso di vuoto, di mancanza di significato, di direzione può essere sconfitto… e le armi sono dentro di te!
Contattami subito e scopri cosa posso fare per te.

 

Chi sono - veramente

Sono una persona che ha molte passioni: la musica, l'arte, il teatro. Ho studiato chitarra classica e pianoforte per molti anni. La musica mi ha insegnato a lavorare con il cervello "diviso a metà": il pianoforte ti costringe ad imparare a sdoppiare non soltanto la vista per leggere due pentagrammi contemporaneamente ma anche le tue abilità motorie per muovere le mani in modo autonomo con estrema precisione non solo tecnica ma anche interpretativa.

Poi mi sono dedicata alle Lingue Straniere, laureandomi all'Università Ca Foscari di Venezia proprio in Lingue e Letterature Straniere.

Dopo molti anni ho sentito l'esigenza di progredire e di crescere, e ho capito che dovevo mettere a frutto le mie caratteristiche personali. Ho sempre avuto la predisposizione naturale ad aiutare e ad ascoltare gli altri ed ho fatto da coach a molte persone inconsapevolmente, prima di venire anche solo a conoscenza di questo mondo.

Ciò che è diverso da me, è prezioso in quanto unico, interessante e nuovo: questo l'ho imparato dalle culture straniere.

Ciò che mi viene confidato è degno di rispetto e importante: questo lo sento dentro da sempre.

Ciò che una persona mi racconta di sè è un dono, e io ho la capacità di aiutare quella persona grazie alle mie caratteristiche e agli strumenti che ho affinato: questo me l'ha insegnato la scuola di coaching.

Ciò che una persona mi espone come suo problema, posso aiutarla a vederlo sotto un'altra prospettiva: questo me l'ha insegnato la musica... e le neuroscienze (capitolo a parte, ed altra passione!)

Le nostre doti sono bisogni: se non le esprimiamo non potremo essere soddisfatti di noi stessi e della nostra vita, perciò non potremo mai essere felici. 

Il coaching si basa sui fatti, su studi validati. E' questo che mi piace di questo metodo: scienza come presupposto ed azione come mezzo.

Niente parole al vento e pacche sulle spalle motivazionali. 

Questo è chi sono veramente: non faccio la coach, sono una coach.

diploma_edited.jpg